LiguriaLifeStyle

La favola del pesto, un viaggio nella tradizione e nella fantasia

Come in ogni fiaba che si rispetti troviamo un re, una principessa e tanti personaggi che danno vita a una storia di gusto e tradizione. Nella “Favola del pesto” il re è un mortaio e la principessa è una trofietta. Intorno ai due protagonisti ruotano altri amici che rendono il racconto davvero entusiasmante. È un evento particolare, quello dedicato ai più piccini, che troverete a Stile Artigiano, domenica 2 ottobre ore 16.00 presso l’Area Media/Eventi. La Favola del Pesto è una creazione di “Creuza De Ma’” a cura di Marco Gagliolo.

“I bambini attraverso il racconto della fiaba imparano a preparare il pesto. Pasticciano, si sporcano, si divertono e ascoltano una storia originale – spiega l’ideatore della “Scuola del Pesto” – ma anche gli adulti si lasciano coinvolgere quando sono alle prese con il pestello che batte e ruota nel mortaio, mentre la fragranza della salsa coinvolge i cinque sensi”. Marco Gagliolo da Andora, dove vive, ha portato questa particolarissima scuola in tutta la Liguria e anche fuori, per permettere ai partecipanti di compiere un singolare viaggio nel gusto.

A Stile Artigiano l’associazione allestirà un paio di banchi su cui verranno sistemati i mortai, i pestelli e tutti gli ingredienti, poi verrà spiegato ai piccoli partecipanti come vanno inseriti poco a poco. Prima l’aglio, poi i pinoli, il basilico e il sale, infine i formaggi e l’olio a filo. “Sapesse che soddisfazione vedere i bambini infilare le dita nella salsa e assaggiare dicendo: questo l’ho fatto io” aggiunge Gagliolo. Già appassionato di pesto al mortaio, l’idea gli è nata dopo l’incontro nel 2011 con l’enogastronomo ligure Virgilio Pronzati. Perché non creare una scuola di pesto? “Pensata per gli adulti, ma adatta anche ai bambini. È un’arte, un rito antico che coinvolge i cinque sensi, che può essere solo trasmessa, vedendo come si fa. Per insegnare come gli ingredienti vanno inseriti e pestati nel mortaio, attraverso l’azione roteante del pestello che sminuzza le foglie del basilico preservandone la fragranza. Non è un lavoro difficile, basta un solo un po’ di pratica. Il frullatore elettrico? Una vera eresia”.

 

www.scuoladelpesto.it/

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation