LiguriaLifeStyle

Artigià, quando gli artigiani fanno rete

Dall’alto in basso in senso orario: Barbara Fresia “B.F. Ceramiche Artistiche”; Vincenzo Menzio “Terrae”, Loano ; Laura Bonfanti “Ceramiche Agorà; Isabella e Anna Coppola, “Officina del Gioiello”.

 

Piccolo è bello, ma se si fa rete è meglio. Attraverso il sentire, l’entusiasmo, il coraggio, l’orgoglio del “fare artigiano” di quattro imprese del savonese che hanno deciso di mettere il loro sapere in comune, per contribuire al rilancio e alla valorizzazione della tradizione manifatturiera di pregio in vari settori. Stile Artigiano Savona non è solo vetrina in riva al mare dell’artigianato ligure ma è anche fucina di talenti, rapporti di amicizia e nuove idee. E’ caso di Artigià, la rete di imprese, al suo debutto proprio nel corso della tre giorni dell’artigianato in riva al mare. Quattro imprenditori creativi, quattro diverse realtà del territorio savonese che, dopo aver riscoperto le abilità del passato, le rinnovano mettendosi insieme. Questi i nomi e le imprese di Artigià: Barbara Fresia “maestro artigiano” ceramista di B.F. Ceramiche Artistiche; Enzo Menzio (di Loano, unico non savonese) “maestro artigiano” di Terrae e autore del celebre “farfallon”; Laura Bonfanti “Ceramiche Agorà”, la coloratissima argilla dipinta; Isabella e Anna Coppola, “Officina del Gioiello”, bijoux in argento e bigiotteria con pietre semi-preziose .

Un lavoro di “B. F. Ceramiche Artistiche”

“Anche se lavoriamo in settori completamente diversi abbiamo deciso di fare rete – mi spiega Barbara Fresia – perché siamo tutti savonesi, siamo amici e guardiamo con speranza a questa nuova iniziativa. E’ necessario cogliere le sfide della modernità, per crescere insieme e dare anche ossigeno alle nostre radici”. La rete di imprese è un contratto che consente alle imprese partecipanti di mettere in comune risorse e attività per raggiungere una maggiore efficienza. “E’ necessario intraprendere strade nuove – aggiunge Vincenzo Menzio – per sostenerci, sopravvivere e stimolare la creatività. Il gruppo è importante perché se uno rallenta, l’altro spinge incoraggia. Fare rete significa mettere in circolo le idee e suscitare stimoli a livello motivazione e creativo”.

A destra il “farfallon” di Menzio con interventi in ceramica di Laura Bonfanti. A destra piastrelle firmate dalla ceramista titolare di Agorà.

Tutti confermano che l’input è arrivato da Barbara Fresia, vulcanica artigiana, sempre pronta a lavorare per la comunità e per far crescere il settore della ceramica. Il rapporto di amicizia consolidato tra i cinque artigiani mi viene confermato da Laura Bonfanti: “E’ soprattutto un piacere stare insieme – racconta – unendo le forze si può fare sicuramente di meglio. Alcuni di noi hanno già lavorato insieme. E poi puntiamo a realizzare un prodotto a cinque mani. Una vera sinergia tra i vari settori”.

In effetti le collaborazioni non sono mancate. “Abbiamo montato già dei gioielli in ceramica – ricorda Anna Coppola – e affrontiamo questa nuova sfida imprenditoriale con grande entusiasmo. E’ una fusione di artisti, di menti creative che si uniscono per realizzare cose belle”.

Lavori di Isabella e Anna Coppola, “Officina del Gioiello”.

I cinque artigiani prometto belle sorprese per l’allestimento dello stand a Stile Artigiano e per la presentazione dei loro manufatti. Troveremo anche i corsi per bambini dedicati alla ceramica, ai gioielli e alla realizzazione del mitico “farfallon”, il papillon in legno dipinto, creazione di Enzo Menzio. Appuntamento quindi, anche per i più piccoli, dal 30 settembre al 2 ottobre con gli artigiani di Artigià.

Farfallon “decoltè”, l’alternativa al papillon, secondo Vincenzo Menzio

Share

One Thought on “Artigià, quando gli artigiani fanno rete

  1. Pingback: Stile Artigiano 2016 - BF Ceramiche e la nuova rete ArtiGià - 2016

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation